Negoziazione assistita

Negoziazione assistita
INFORMAZIONI GENERALI L'entrata in vigore del D.L. 132/14, convertito con legge 162/14, all'art. 6 prevede che tramite la convenzione di negoziazione assistita (da almeno un avvocato per parte) i coniugi possano raggiungere una soluzione consensuale di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio (nei casi di cui all'art. 3, 1° comma, n. 2, lett. b) della l. n. 898/1970), nonché di modifica delle condizioni di separazione o divorzio precedentemente stabilite. La procedura è applicabile, a seguito delle modifiche apportate in sede di conversione del decreto, sia in assenza che in presenza di figli minori o di figli maggiorenni, incapaci, portatori di handicap grave ovvero economicamente non autosufficienti. Nel primo caso, l'accordo raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita è sottoposto al vaglio del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente, il quale, se non ravvisa irregolarità, comunica il nullaosta agli avvocati. Nel secondo caso, invece, il Pubblico Ministero, a cui va trasmesso l'accordo concluso entro 10 giorni, lo autorizza solo se lo stesso è rispondente all'interesse dei figli. Qualora, al contrario, il Procuratore ritenga che l'accordo non corrisponda agli interessi della prole, lo trasmette, entro cinque giorni, al Presidente del Tribunale, il quale, nel termine massimo di trenta giorni, dispone la comparizione delle parti, provvedendo senza ritardo.

Gli avvocati devono depositare l'accordo di negoziazione, in unico originale, presso la segreteria Affari Civili della Procura della Repubblica, o inviarlo con Raccomandata A/R o assicurata, indirizzata alla Procura della Repubblica di Torino, segreteria Affari Civili Piano VI, Scala A stanza 61407 c.so Vittorio Emanuele II, n. 130- CAP 10138 Torino

L'accordo non deve essere accompagnato da nessun versamento. All'accordo devono essere allegati i documenti indicati nell'allegato A e la nota di deposito firmata da entrambi gli avvocati (allegato B); La nota di deposito deve contenere sia la delega a uno degli avvocati per il deposito dell'accordo, sia l'eventuale delega a uno di loro per il ritiro delle due copie autentiche (o dell’originale) dell'accordo con il provvedimento; Se sull'accordo viene apposto il nulla osta o l'autorizzazione da parte del Procuratore della Repubblica, la segreteria Affari Civili comunica agli avvocati, alla PEC dagli stessi indicata nella nota di deposito (allegato B), il provvedimento autorizzativo o il nulla osta. La comunicazione del provvedimento è accompagnata da un avviso che invita gli avvocati a ritirare la copia autentica o l’originale dell'accordo e del provvedimento del PM, presso la stessa segreteria Affari Civili, a meno che uno di loro non sia appositamente delegato dall'altro avvocato al ritiro dell'altra copia (allegato B); Nel caso in cui il nulla osta o l’autorizzazione siano stati redatti in calce all’accordo stesso, sarà rilasciato l'originale del provvedimento adottato dal Procuratore della Repubblica. Nel caso, invece, in cui il nulla osta o l’autorizzazione siano stati redatti con atto separato, tale originale sarà conservato agli atti dell'ufficio e sarà rilasciata copia conforme all’originale all'avvocato che ha depositato la convenzione, o a quello eventualmente indicato nel caso di più avvocati, per la successiva trasmissione all'ufficiale di stato civile.

Se il Procuratore della Repubblica non concede nulla osta o non autorizza l'accordo, la segreteria Affari Civili:
  • appone il depositato sui provvedimento
  • provvede a comunicare agli interessati il provvedimento con le modalità di cui sopra.
  • nella sola ipotesi di mancata autorizzazione, invia entro i cinque giorni dal depositato, tutti gli atti originali all'Ufficio Ruolo Generate del Tribunale Civile
A CHI RIVOLGERSI

Procura della Repubblica di Torino- segreteria Affari Civili

Piano: Sesto - scala A
Stanza: 61407
Telefono: 011 - 432.7392
Orario: da Lunedì a Venerdì dalle 9.30 alle 13.30

MODULI
Modulistica
  • Allegato A
    (PDF - 62 Kb)
  • Allegato B
    (PDF - 111 Kb)